Veltroni: da Di Maio non mi aspettavo virulenza contro media

in Politica

– “Il potere politico in generale prova fastidio verso l’autonomia dell’informazione e questa è la ragione per cui l’informazione è essenziale, perchè svolge una funzione di controllo”. Lo ha detto Walter Veltroni a Circo Massimo su Radio Capital. “Ricordiamo tutti gli ‘editti bulgari’ di Berlusconi e anche i governi di sinistra avevano fastidio per l’indipendenza di giudizio di persone che erano dalla loro parte ma erano critiche. Però quella virulenza da Di Maio non me la sarei aspettata: quando ha detto ‘io non ho il potere di negare il diritto di critica’, e ci mancherebbe pure”.

 

“Si dimentica che si è nati in un certo modo e quando si arriva al potere si perdono gli equilibri necessari per esercitarli”, ha osservato Veltroni.

 

“Siamo a questo e si va persino oltre – osserva Veltroni -: si sostiene che dove ci sono i media non c’è democrazia, quando è esattamente il contrario, la democrazia esiste se ci sono bilanciamenti tra potere politico e regole della società, cioè informazione, magistratura e aggiungo anche una cosa meno istituzionalmente riconosciuta ma essenziale, il livello di istruzione: scuola, università. Askanews Questi bilanciamenti fanno sì che non esista un potere politico assoluto in grado di stabilire un rapporto con il popolo senza nessuna mediazione e reazione”.