Alessandro Pagano, il giovane imprenditore che combatte contro la mafia Con coraggio e caparbietà ha investito sul territorio, dando lavoro ed aiutando così oltre venti famiglie

in Comunicato Stampa/Le Brevi
On. Alex Galizzi, Cons. Reg. Lega, Vice Pres. Comm. Antimafia Reg. Lombardia

Il 20 agosto il sottoscritto, On Alex Galizzi, Cons. Reg. Lega, Vice Pres. Comm. Antimafia Reg. Lombardia, assieme al Presidente Provinciale Cna di Vibo Valentia, Antonino Cugliari, e a Giuseppe Silvaggio, attivista della Lega, noto e rinomato Criminalista, si è recato ad Arena (VV) presso l’azienda dell’imprenditore Alessandro Pagano. Si è trovato dinnanzi Alessandro, giovane imprenditore, che con coraggio e caparbietà ha investito sul territorio, dando lavoro ed aiutando così oltre venti famiglie. Alessandro, tuttavia, come troppo spesso succede in territori complicati come quello calabrese, ha subito un’ulteriore atto intimidatorio, il terzo, attraverso l’incendio doloso di due furgoni utilizzati per la consegna dei letti e dei divani prodotti dalla sua azienda. All’incontro era presente anche il Sindaco di Arena Antonino Schinella.

Sia dall’imprenditore che dal sindaco ho percepito il forte desiderio di uno Stato più efficiente, legato al territorio e vicino al cittadino. Nel condividere e fare proprio il loro desiderio di rinascita in un territorio così martoriato, il sottoscritto ha riscontrato le grandi potenzialità represse della Calabria. Dello stesso avviso è stato Giuseppe Silvaggio, nato e cresciuto nella sua Calabria, da sempre in prima linea nella lotta al malaffare, ai soprusi ed impegnato a portare avanti la bandiera della legalità ricercando soluzioni alle problematiche del proprio territorio e nella difesa dei più deboli, il quale ha augurato che gli atti vili ed ignobili che vengono compiuti a danno di lavoratori onesti e coraggiosi siano puniti in maniera più forte e decisa. Lo stesso ha, altresì, auspicato maggior fiducia da parte degli imprenditori calabresi in uno Stato che, necessariamente, deve dimostrare la sua autorità attraverso la effettiva presenza nel territorio perché, sostiene, solo attraverso tale collaborazione e debellando l’omertà e la paura di cui si nutre si può sconfiggere quella orribile forza oscura e si può avere una vera crescita economica e sociale in una terra meravigliosa e piena di potenzialità.

A Ferragosto a San Luca, Pagano (imprenditore), Schinella (Sindaco) e Cugliari (Presidente Cna), hanno consegnato a Matteo Salvini parte della documentazione di quanto accaduto nel tempo. Tra i vari documenti, emblematico è il documento contenuto in una Delibera comunale con il quale il Consiglio comunale di Arena chiedeva addirittura l’intervento dell’esercito. Oggi, quegli stessi cittadini sperano che il Ministro Salvini sia più vicino ai cittadini calabresi rispetto ai suoi predecessori che nulla o poco. Matteo Salvini, Ministro non solo dell’Interno, ma Ministro dei cittadini e del territorio come é da sempre nello spirito Leghista… deve sapere… e il sottoscritto riferirà con dovizia!!! Il sottoscritto, pertanto, nel considerare proficuo l’incontro avuto, ritiene gravissima l’indifferenza riscontrata nelle istituzioni e nei politici calabresi e auspica oltre ad una maggior presenza delle stesse istituzioni sul territorio, attraverso autonomie e federalismo, l’opportunità di crescere decidendo sul posto attraverso serie strategie di investimento una rinascita sociale. È ovvio, peró, che questa rinascita può avvenire se nelle Istituzioni vi sono uomini e politici in grado di gestire la cosa pubblica come lo farebbe “un buon padre di famiglia”, con buonsenso, lungimiranza e coraggio!

On. Alex Galizzi, Cons. Reg. Lega, Vice Pres. Comm. Antimafia Reg. Lombardia

Ultime da Comunicato Stampa

Vai a Inizio pagina