• La-fine-del-Ramadan-a-Torino.jpg
    La fine del Ramadan a Torino
  • Matteo-Salvini.jpg
    Matteo Salvini

Consulta per l’islam. Salvini ci riprova

in Editoriale
La fine del Ramadan a Torino
La fine del Ramadan a Torino

di Souad Sbai

Dopo il tentativo di Alfano, anche l’attuale ministro dell’Interno Salvini prova a costituire una Consulta per l’islam in Italia. Non sarà un compito facile. Perché l’esperienza passata dimostra come sia invece facilissimo farsi ingannare da falsi moderati, in realtà molto fanatici.

Matteo Salvini ha manifestato la volontà di creare una consulta per l’islam italiano, quell’organismo del Ministero dell’Interno di carattere consultivo costituito da figure appartenenti al mondo musulmano ritenute influenti e maggiormente rappresentative nel nostro paese.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Se è opportuna la necessità di stabilire intese tra lo Stato e i musulmani in Italia, lo è ancor di più tenere a mente che trattasi di un’impresa tutt’altro che agevole. Deve essere da monito l’esito che ebbe la Consulta istituita l’ultima del precedente governo, nel 2016, dall’ex ministro Angelino Alfano. Quell’esperienza rivelò come non esista un islam italiano né tantomeno ci siano referenti per l’islam. Al contrario, esistono alcune associazioni che rappresentano solo i propri adepti. E dietro alcune di queste associazioni ci sono il Fratelli Musulmani, di cui una frangia consistente è criminale e legata al terrorismo islamista, ad Al Qaeda e all’Isis, il cui progetto a lungo termine è conquistare l’Occidente.

PER LEGGERE L’ARTICOLO INTEGRALE CLICCA QUI

link suggeriti:

Nuove moschee da dove arrivano i soldi

Narcos e Jihad, le bugie sull’estremismo in Brasile

21 Giugno ‘Giornata contro burqa e niqab’ promossa da Centro Averroe

Ultime da Editoriale

Vai a Inizio pagina