Gran Bretagna: donne che hanno cambiato il mondo

in Donna/Esteri/MAIN

Da Londra a Edimburgo un tour sulle tracce del genio al femminile


In marzo, il Southbank Centre di Londra ospiterà il festival annuale Women of the World, che celebra gli obbiettivi conseguiti dalle donne di tutto il mondo. Ma il festival non è l’unica situazione, in Inghilterra, caratterizzata dal “fattore WoW”: di seguito, otto mete per un itinerario al femminile, seguendo le tracce di alcune fra le più influenti donne britanniche del presente e del passato.

Emmeline Pankhurst e Manchester – Chi volesse approfondire il lascito di Emmeline Pankhurst, attivista che guidò il movimento delle suffragette aiutando le donne a ottenere il diritto di voto, deve assolutamente visitare Manchester, la sua città natale. C’è la possibilità di soggiornare al Radisson Blu Edwardian Hotel, ex Free Trade Hall di Manchester, in cui si tenne il primo dibatto pubblico sul voto alle donne, e visitare il Pankhurst Centre al numero 62 di Nelson Street, residenza di famiglia di Emmeline Pankhurst. Attualmente la Manchester Art Gallery ha messo ai voti la progettazione di una statua in sua memoria da inaugurare in occasione della Giornata internazionale della donna 2019.


Kelly Holmes e Hildenborough – L’atleta Kelly Holmes, insignita del titolo di Dama, non amava stare con le mani in mano già ben prima di essere incoronata due volte campionessa olimpica o di aver fondato il Dame Kelly Holmes Trust. Da giovane, faceva volantinaggio per un negozio di dolciumi a Hildenborough, vicino a Tonbridge, nel Kent. In seguito, convertì il negozio in un locale, il Café 1809, in cui i clienti possono guadagnare punti fedeltà consumando cibi salutari e chiacchierare di imprese sportive.

Mary Quant e Londra – Nel 1955, la stilista Mary Quant, insignita del titolo di dama, rese celebre in tutto il mondo la strada londinese di King’s Road con la sua boutique Bazaar e a lei si deve l’introduzione della minigonna nel mondo della moda. Oggi, quest’area è nota e frequentatissima per le sue boutiques di tendenza e i ristoranti di tendenza. Alla fine di una lunga giornata di shopping, si può approfittare per un po’ di cultura alla vicina Saatchi Gallery, oppure fare un giro al Royal Hospital Chelsea, guidati da uno dei Chelsea Pensioners, gli ex soldati che qui alloggiano.

Diana, Principessa del Galles e Kensington – I Kensington Palace Gardens, uno dei luoghi più esclusivi di Londra, e un ottimo punto di partenza per andare sulle tracce di Lady Diana: attualmente la sede ospita l’esposizione, visitatissima, Diana: Her Fashion Story (prenotazione solo on line). Come noto, oltre che come moglie del Principe Carlo, Lady D era conosciuta anche per la sua opera di sensibilizzazione su temi come l’HIV e l’AIDS e per le campagne contro le mine antiuomo. I visitatori più piccoli, potranno esplorare il Diana Memorial Playground, creato dopo la sua morte sul sito di un parco giochi già esistente e dedicato a Peter Pan: si tratta di un parco progettato per stimolare l’immaginazione e il senso dell’avventura dei bambini e per incoraggiarli a sfidare le loro prodezze fisiche e mentali. Inoltre, sempre sulle tracce di Diana, ci si può bagnare i piedi nella Diana Memorial Fountain di Hyde Park, oppure si può passeggiare sul Memorial Walk, un percorso di oltre undici chilometri che si snoda attraverso quattro parchi londinesi.

Beatrix Potter a Bowness-on-Windemere – Beatrix Potter lasciò in eredità al National Trust 14 fattorie e oltre 1.600 ettari di terra, affinché anche altri potessero godere del suo tanto amato Lake District. Tra i vari luoghi legati a Beatrix Potter ci sono la sua antica residenza di Hill Top, posta sotto l’egida del National Trust, e la Beatrix Potter Gallery a Hawkshead, un edificio risalente al XVII secolo che fu l’ufficio di suo marito, un avvocato. Il museo World of Beatrix Potter, a Bowness-on-Windemere, e i giardini ispirati ai personaggi dell’autrice sono invece indipendenti dal National Trust e offrono un accattivante scorcio nella vita e nelle opere di questa scrittrice tanto amata.

Celebrities contemporanee e Londra – Venendo a celebrities contemporanee, di grande impatto sono le opere di street art dedicate ad Amy Winehouse che colorano i muri di Camden, vivacissimo e giovane quartiere nord-ovest di Londra. La grande ruota panoramica London Eye è invece amatissima dalla supermodella di fama internazionale Kate Moss, che vi è salita ben 25 volte.tgcom24


Vai a Inizio pagina