Stupro Rimini, arrestato il capobranco

in Cronaca/MAIN

Il presunto capobranco dello stupro di una ragazza polacca e di una trans peruviana è stato arrestato dalla Squadra mobile di Rimini e Pesaro. Si tratta del congolese Guerlin Butungu,  richiedente asilo, di 20 anni, residente a Vallefoglia nel Pesarese. Il giovane, giunto in Italia nel 2015 come richiedente asilo era stato affidato ad una cooperativa di Cagli.

Il congolese, armato di coltello, era riuscito a sfuggire alla cattura nel centro di Pesaro. Il giovane ha tentato la fuga all’estero, probabilmente in Francia, salendo su un treno a Pesaro diretto a Milano, ma a Rimini gli uomini dello Sco e della squadra mobile lo hanno arrestato. Il Questore Maurizio Improta ha commentato la cattura: “L’arresto di questa mattina è stato una doppia soddisfazione perché a mettere le manette al quarto uomo sono state due donne. Un gesto simbolico che ha reso giustizia alle vittime delle violenze”. Con questo arresto, tutti e 4 i presunti componenti del branco sono stati consegnati alla giustizia.

M.B.