Inaugurato il ponte sospeso Mohammed VI di Rabat. E’ il più grande dell’Africa

in Esteri/MAIN

ponte5Il Marocco dimostra di essere il paese più all’avanguardia del nord Africa  per ricerca tecnologica e modernizzazione. Il ponte sospeso “Mohamed VI”, a Rabat,  è stato inaugurato ieri dallo stesso sovrano.

E’  il ponte più grande dell’Africa e  del mondo arabo. Una infrastruttura di ultima generazione, ad alto livello architettonico e tecnico, che per la sua realizzazione ha potuto contare sulla consulenza di esperti internazionali del settore. Il progetto tecnologico del ponte si basa infatti  su standard europei. La società incaricata della  costruzione é stata la cinese Covec-Mbec, con inquadramento e maestranze marocchine. Le strutture protettive del ponte sono state fornite dalla società francese Freyssinet, leader mondiale nel settore dei cavi brevettati.  Ma i materiali, come il cemento e il rinforzo passivo, sono stati in gran parte prodotti da aziende marocchine.

La struttura, che collega Rabat a Sale’, si  estende per circa un chilometro e consente alle auto di viaggiare sospese a circa 30 metri dal suolo. I piloni di sostegno raggiungono i 200 metri di altezza, e sono installati a 18 metri di profondità; sostengono tre corsie per senso di marcia, a loro volta sostenute da tiranti distanziati di 8 metri l’uno dall’altro. Con campate di 376 metri, su un percorso tangenziale di 41,5  km, il ponte consentirà di bypassare la città di Rabat collegando le due sponde del Bouregreg, tra l’uscita di Ain Attig con gli incroci di Rabat-Tanger e Rabat-Fes, con un traffico calcolato di oltre 20.000 veicoli al giorno. Questo permetterà altresì una riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra  sulle due città.

I lavori di costruzione sono stati finanziati dalla Banca europea per gli investimenti  (BEI) e dalla Società Nazionale delle Autostrade in Marocco (Autoroutes du Maroc – ADM).

Il ponte, ha l’obiettivo di rafforzare l’economia marocchina,  che rivela essere la più dinamica nell’instabile regione del nord Africa, continuando così ad attrarre investimenti esteri ed ad essere competitiva a livello internazionale.

Domenica Giaco
.