Rob Wainwright, Director of Europol, speaks during the launch of the European Migrant Smuggling Centre (EMSC) at Europol’s headquarters in The Hague, The Netherlands, on February 22, 2016. Europe's police agency said Monday it has made fighting migrant smuggling a "key priority" as it launched a new centre to help tackle the continent's worst migrant crisis in 60 years. The EMSC will help EU member states trace and arrest the organised gangs behind the smuggling. / AFP / ANP / Jerry Lampen / Netherlands OUT

Europol lancia allarme: possibili nuovi attacchi terroristici in Europa

in Attualita'/MAIN

Rob Wainwright, Director of Europol, speaks during the launch of the European Migrant Smuggling Centre (EMSC) at Europol’s headquarters in The Hague, The Netherlands, on February 22, 2016. Europe's police agency said Monday it has made fighting migrant smuggling a "key priority" as it launched a new centre to help tackle the continent's worst migrant crisis in 60 years. The EMSC will help EU member states trace and arrest the organised gangs behind the smuggling. / AFP / ANP / Jerry Lampen / Netherlands OUT

Il direttore di Europol, Rob Wainwright, lancia l’allarme su possibili nuovi attacchi terroristici in Europa.
Lo ha fatto  in un’audizione davanti al Comitato Schengen. “Il livello della minaccia terroristica è purtroppo ancora molto alto, il più grave dall’11 settembre. In gennaio avevamo segnalato come l’Isis avesse stabilito una nuova struttura di comando in Siria che preparava complessi attacchi terroristici. Abbiamo visto i terribili eventi di Bruxelles e temo sia probabile un nuovo attentato in Europa in futuro”, ha dichiarato, specificando che non si hanno al momento  informazioni su una specifica minaccia nei confronti dell’Italia.
L’attenzione resta alta, e si seguono diverse piste investigative. Una è quella che segue la connessione tra reti terroristiche e trafficanti di migranti.
“Nel 2015 –  ha spiegato Wainwright-  c’è stato un flusso senza precedenti di migranti e il 90% ha usato servizi illegali che hanno facilitato il viaggio verso l’Europa. Ciò significa che l’attività criminale dei trafficanti è il cuore del problema e deve essere il cuore della nostra risposta. La nostra principale preoccupazione è che altri terroristi arrivino, anche grazie a documenti contraffatti e stiamo monitorando la situazione”.

Domenica Giaco

Ultime da Attualita'

Vai a Inizio pagina