Il film “Noè” già vietato in diversi paesi musulmani

in Le Brevi

Il film non è ancora uscito e i tre paesi del Golfo Persico hanno già deciso di vietarlo. La superproduzione hollywoodiana che il regista Darren Aronofsky dedica a Noè e alla sua famosa Arca non uscirà in Qatar, in Bahreïn e negli Emirati Arabi Uniti, come ha riferito la Paramout Pictures. Le commissioni di censura di questi tre paesi non vedono di buon occhio una rappresentazione sul grande schermo di colui che l’Islam considera un profeta. Incarnato nel film dall’attore neozelandese Russell Crowe, Noè è, in effetti, una figura comune alle tre grandi religioni monoteistiche (Cristianesimo, Ebraismo, Islam). Diversi altri paesi potrebbero seguire l’esempio di quelli del Golfo. In Egitto, dove il film uscirà il 26 marzo, la più alta autorità islamica del paese, Al-Azhar, ha detto che il film è contrario all’Islam e ha chiesto la sua interdizione.

M.M.



Ultime da Le Brevi

Vai a Inizio pagina