Fratelli Musulmani, ora anche l’Arabia Saudita li considera terroristi

in Esteri/MAIN

Dopo la loro messa al bando da parte dell’Egitto, anche l’Arabia Saudita, culla dell’islam dove regna tutt’ora lo wahabismo, dichiara “terroristi” i Fratelli musulmani. Lo riferisce la tv Al-Arabiya.

Nella lista nera stilata dalla sunnita Arabia ci sono anche il movimento sciita libanese Hezbollah, sostenuto dal presidente siriano alawita Bashar al-Assad, ma anche i qaedisti come quelli dello Stato Islamico dell’Iraq e del Levante (Isis) e  del gruppo al-Nusra. Inoltre l’Arabia Saudita ha ordinato alle centinaia di suoi sudditi che sono partiti per la Siria, di deporre le armi  e di rimpatriare entro due settimane. Dunque gli Usa, che hanno tolto i Fratelli musulmani dall’elenco dei gruppi terroristici e li hanno persino aiutati a prendere il potere dopo la Primavera araba, si trovano a dover ricevere una dura lezione persino dall’alleato islamico wahabita. Fatto assai strano, però, poichè proprio l’Arabia Saudita è uno dei principali sponsor, insieme al Qatar, delle rivoluzioni che hanno sconvolto il mondo arabo in questi tre anni.

Alessandra Boga