Bollette, ‘stangatina’ in arrivo

in Economia Estera/MAIN

Dal 1 gennaio aumentano dello 0,7% le tariffe dell’energia elettrica. Lo ha deciso l’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico con l’aggiornamento dei prezzi di riferimento per il trimestre gennaio – marzo 2014. L’aggravio di spesa per una famiglia media sarà di 4 euro l’anno, per una spesa media annua di circa 518 euro. Il nuovo aumento in bolletta  è dovuto all’introduzione, a partire dal  nuovo anno, di un onere aggiuntivo generale di sistema, la componente ‘Ae’, che finanzia le agevolazioni alle imprese manifatturiere con alti consumi elettriche. Questa nuova componente ha determinato un aumento dell’1,6% della spesa complessiva , a cui va aggiunto il +0,3% delle tariffe per i servizi di trasmissione, distribuzione e misura riferibili a componenti amministrativi della bolletta: questi rincari però sono stati controbilanciati da una notevole riduzione dei costi del kWh (-1,2%).

Per quanto riguarda il gas, spiega l’Autorità in una nota, le bollette sono rimaste invariate grazie alla diminuzione delle tariffe di distribuzione (-0,5%) e della componente RE destinata al Fondo per incentivare le iniziative di efficienza energetica (-1,6%). Questi provvedimenti hanno controbilanciato l’aumento stagionale dei prezzi all’ingrosso della materia prima per l’incremento dei consumi invernali (+1,9%) e del costo di trasporto (+0,2%), e quindi la spesa per la famiglia tipo è rimasta invariata. In più, a partire da aprile 2014 potranno verificarsi nuovi sgravi in bolletta gas, che si aggiungeranno al -7,8% già registrato nel 2013 per effetto della riforma del mercato del gas. Dal prossimo mercoledì 1 Gennaio quindi il prezzo di riferimento del gas sarà di 86,27 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse. P

Ultime da Economia Estera

Vai a Inizio pagina