Maltempo, la tempesta di Natale lascia l’Italia

in Cronaca/MAIN

La «Tempesta di Natale» lascia l’Italia. La perturbazione che ha causato enormi disagi nel nord dell’Europa e portato precipitazioni torrenziali, forte vento e neve anche in Italia, si sposta sui Balcani. Nella giornata di venerdì il sole è spuntato nel nord e nel centro Italia. Nelle regioni centrali si segnalano ancora piogge consistenti ma la situazione sta progressivamente migliorando. Già sabato e domenica, tuttavia, una nuova perturbazione  si sposterà sul nordest e nell’alta Toscana.

Restano comunque i disagi causati dalle forti precipitazioni dei giorni scorsi, in particolare in alcune località di montagna dove la neve è scesa abbondante per la gioia degli sciatori ma creando notevoli problemi alla circolazione e alle infrastrutture. In Veneto, Cortina d’Ampezzo ha trascorso la notte di Santo Stefano in gran parte al buio e al freddo per quasi 24 ore per una fortissima tempesta di neve che ha mandato in tilt le centraline dell’elettricità  Solamente nella tarda serata di ieri l’Enel è riuscita  a rialimentare, mediante l’utilizzo di gruppi elettrogeni  le aree di Riva, Manaigo, Albergo Zuel, Zuel di Sopra, Zuel di Sotto, Pian da Lago, il municipio di Cortina, il comando dei Vigili del Fuoco e i carabinieri. In diverse località della Lombardia e del Piemonte i mezzi spazzaneve hanno lavorato senza sosta per liberare almeno le strade principali. Anche Venezia è stata invasa dall’acqua dove il livello ha superato i 115 centimetri sommergendo il 20% della viabilità pedonale di tutta la città.

Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina