Strage di Lampedusa: arrestato un 24enne somalo

in Cronaca/MAIN

Ha almeno un volto e un nome la strage che lo scorso 3 ottobre ha visto la morte di 366 migranti a Lampedusa. Gli uomini delle Squadre Mobili di Palermo e Agrigento e del Servizio Centrale Operativo di Roma, hanno arrestato un 24enne somalo con l’accusa di aver organizzato la traversata clandestina e mortale. Si tratta di una delle prime occasioni in cui gli investigatori sono riusciti a risalire alla identità di uno dei capi dell’organizzazione criminale transnazionale che gestisce, tra il corno d’Africa, il Sahara e la Libia, gli imponenti flussi migratori illegali dal nord-Africa verso la Sicilia occidentale. A carico dell’indagato, che era appartenente ad un gruppo di miliziani armati, la Direzione Distrettuale Antimafia ha emesso un provvedimento restrittivo per gravissimi reati, dal sequestro di persona a scopo di estorsione all’associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento della immigrazione clandestina, dalla tratta di persone alla violenza sessuale. L’uomo è ritenuto uno degli organizzatori della traversata dalla Libia verso l’Italia culminata, lo scorso 3 ottobre, nel naufragio della imbarcazione e nella morte per annegamento di 366 migranti. Nel corso delle indagini sono emersi, inoltre, elementi di colpevolezza a carico di un palestinese, in ordine alla sua partecipazione alla organizzazione di un altro sbarco, questa volta di cittadini siriani, recentemente verificatosi sulle coste lampedusane; anche lui è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 10.30, nei locali della palazzina ”M” della Procura della Repubblica di Palermo, cui parteciperanno gli investigatori e i magistrati titolari delle indagini.

Redazione



Ultime da Cronaca

Vai a Inizio pagina