In Francia basta ai concorsi per minimiss

in Esteri/MAIN

Il senato francese ha approvato la legge che vieta i concorsi di bellezza per ragazze con meno di 16 anni, i cosiddetti “mini-miss”. Il testo dovrà ora essere approvato dall’Assemblea nazionale per entrare in vigore.  Secondo il testo votato dal Senato, che ha registrato un solo voto contrario, la legge prevede una condanna a due anni di reclusione e una multa di 30.000 euro per quanti organizzano questi concorsi.  «Non lasciamo credere alle nostre ragazze più giovani che valgono solo per il loro aspetto. Non lasciamo che gli interessi commerciali abbiano la meglio su quelli sociali», ha sottolineato, su “Le Monde”, l’autrice di un emendamento alla legge, la senatrice ed ex ministro dello sport Chantal Jouanno. A quando una legge del genere anche in Italia? Quando verrà impedito alle madri o ai familiari di sfogare le loro aspettative e frustrazioni sulle figlie? Sarebbe un bel segnale per l’intera società, e un superamento di quella schiavitù dell’immagine (soprattutto femminile) che troppi danni ha già fatto e continua a fare.

Costanza Moretti

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina