Siria: la Casa Bianca smentisce la stampa britannica, “nessuna azione militare imminente”

in Esteri

Ieri la stampa Britannica aveva fornito notizie riguardanti presunte trattative e telefonate tra il presidente degli Stati Uniti e il premier David Cameron, su un’eventuale azione militare contro la Siria, entro le 48ore. Oggi arriva la smentita ufficiale dalla Casa Bianca, che attraverso un responsabile alla presidenza scrive: “il presidente Obama non ha deciso di impegnarsi in un’azione militare”. Dalla Francia arriva la posizione del primo ministro francese, Jean-Marc Ayrault, che dichiara: “la comunità internazionale non può lasciar passare questo crimine contro l’umanità”, pur escludendo qualsiasi azione immediata di Parigi. L’esigenza comune rimane quella di aspettare l’esito dell’inchiesta della commissione delle Nazioni Unite affinchè venga stabilita la verità. “È successo che, senza dubbio, quasi certamente, il regime di Bashar al Assad ha utilizzato l’arma chimica contro il proprio popolo” ha proseguito Ayrault -“una volta che quest’inchiesta sarà conclusa, ci aspettiamo dalla comunità internazionale una decisione ferma, una decisione chiara”. Italia e Germania sono in attesa della verità ma invitano alla prudenza, affermando che un eventuale attacco porterebbe conseguenze disastrose in tutto il mondo. Ad ammonire tutti è la Russia, attraverso il suo portavoce Sergej Lavrov, che dichiara conseguenze gravissime in caso di attacco.

Redazione Esteri

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina