Il mercato di Piazza Vittorio a Roma, specchio della nuova Italia

in Cultura

Roma_mercato_piazza_VittorioIl mercato romano di Piazza Vittorio come specchio della nuova Italia, in cui si mescolano autoctoni e venditori e clienti da ogni parte del mondo e di diverse classi sociali e in cui si compiono sul campo i primi passi verso l’integrazione. E’ questo il cuore di un articolo di Rachel Donadio sul “Ney York Times” di un paio di giorni fa (http://www.nytimes.com/2013/08/12/world/europe/vibrant-market-is-heart-of-multiethnic-capital.html?_r=0), che non solo descrive le mille facce di questo angolo romano, ma riflette anche sui cambiamenti avvenuti nei corsi dei decenni, e in particolare su un’immigrazione che, se prima era interna (venditori in particolare dal sud Italia), ora riguarda il mondo intero, con una predominanza degli asiatici. Un interessante punto di partenza per un’analisi più puntuale sul fenomeno dell’immigrazione in Italia, sulle condizioni degli stranieri che si stabiliscono nel nostro paese e sulle (ridotte) possibilità di scalata sociale di queste persone e dei nuclei familiari che spesso si portano appresso.

Ultime da Cultura

Vai a Inizio pagina