Strage in Siria, intera famiglia sterminata

in Esteri

bambini mortiL’ultima strage della guerra siriana è andata in scena nel villaggio costiero di Bayda, già teatro del massacro di una quarantina di civili a maggio. Tredici persone, tutte appartenenti alla stessa famiglia sunnita, sono state uccise in Siria. Tra di loro c’erano diverse donne e sei bambini. Un massacro a tutti gli effetti dopo una notte di guerriglie. Secondo quanto riferito da coloro che hanno trovato i corpi delle vittime, a compiere l’atroce delitto sarebbero stati i miliziani fedeli al regime di Bashar Al Assad. Dopo aver giustiziato a colpi di fucile gli uomini, gli assassini avrebbero portato donne e bambini all’interno dell’abitazione della famiglia. Là, davanti agli occhi dei minori, avrebbero violentato le donne per poi cospargere i loro corpi e quello dei loro figli di benzina e farli ardere vivi. L’Osservatorio siriano per i diritti umani riferisce la testimonianza degli abitanti del villaggio: “Un parente è venuto oggi a far visita ai suoi familiari e ha trovato i cadaveri degli uomini fucilati riversi all’esterno. All’interno di una stanza ha trovato le donne e dei bambini, i cui corpi erano stati bruciati”.


Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina