Il lunedì nero della Sanità

in Attualita'/MAIN/Salute

Sanità medicoLunedì nero per la sanità italiana, che oggi sciopera, per tutta la giornata. Il 70% di medici e vetrinari oltre a 20mila dirigenti sanitari, amministrativi, tecnici e professionisti del Ssn, hanno aderito alla protesta contro dei contratti troppo rigidi e delle normative non chiare. Possibili disagi dunque per tutti i cittadini che si troveranno oggi tra ospedali e ambulatori, sia per emergenze sia per visite programmate. Secondo le stime dei sindacati potrebbero saltare circa 500mila controlli specialistici e 30mila interventi chirurgici ma saranno ovviamente garantite le prestazioni essenziali e quelle di emergenza e urgenza.

Anche gli animali dovranno aspettare visto che anche i veterinari bloccheranno le loro attività. Dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in visita all’ospedale Israelitico di Roma, arrivano parole di cambiamento, soprattutto per quanto riguarda il rinnovo “a costo zero” dei contratti e per una riqualificazione della professione  necessaria anche per non svilire la funzione sociale della professione medica e delle professioni ad essa collaterali.

Ultime da Attualita'

Vai a Inizio pagina