Rolling Stone, referendum sul “negozio di dischi più amato di tutti i tempi”

in Le Brevi

Redazione Musica

In occasione della sesta edizione del Record Store Day – la giornata internazionale dei negozi di dischi – sabato 20 aprile, Rolling Stone chiama a raccolta i propri lettori, i suoi utenti e tutti gli appassionati di musica per eleggere “il negozio di dischi più amato di tutti i tempi”. Dal 9 aprile (e fino alla mezzanotte di venerdì 19), chiunque potrà nominare il proprio negozio “del cuore” – ancora vivo e in attività, oppure chiuso e dunque consegnato ai ricordi – e votarlo su http://www.rollingstonemagazine.it/musica/news-musica/referendum-recod-store-day-vostro-negozio-dischi-preferito/


In un momento in cui la crisi economica da un lato e la diffusione di altri formati di circolazione della musica dall’altro (iTunes, Spotify) stanno mettendo in serio pericolo in Italia come all’estero la sopravvivenza stessa dell’istituzione “negozio di dischi” (valga come esempio l’annunciata chiusura, lo scorso gennaio, della catena inglese HMV), Rolling Stone – pur amando la tecnologia e qualsiasi sistema permetta alla musica di evolversi e circolare – si fa portavoce dell’ondata nostalgica che guarda ai negozi di dischi come all’ultimo Paradiso degli appassionati di musica.

Da questo nasce “il negozio di dischi più amato di tutti i tempi”: il referendum dove ognuno è chiamato a ricordare “quel” negozio dove è avvenuta l’illuminazione, dove ha scoperto la musica che gli ha cambiato la vita, dove ha conosciuto altri appassionati di musica che poi sono diventati i suoi migliori amici. Una botteguccia di paese (che magari vendeva anche lavatrici e frigoriferi) oppure il severo negozio iperspecialistico nella grande città in cui ci si recava in pellegrinaggio ogni mese: vale tutto, purché sia un voto mosso dall’amore. E visto che l’amore non si ferma nemmeno davanti alla morte, valgono anche i voti per negozi ormai chiusi (perché falliti, soffocati dai debiti o dai tempi che cambiano).

Dopo lo spoglio, sabato 20 aprile Rolling Stone pubblicherà una mappa geografica dei negozi più amati e una parallela mappa “cimiteriale” di quelli che purtroppo non sono più tra noi.