Focus/ Perche’ Benedetto XVI si e’ dimesso?

in Le Brevi

Redazione Attualità

Non accadeva da tempo immemore che un Papa si dimettesse dal suo ufficio religioso e politico. O meglio, che abdicasse. Oggi i fedeli, e non solo loro, si stanno interrogando sulle reali motivazioni che hanno spinto il Santo Padre a rinunciare al titolo di Vicario di Cristo. Da quando Benedetto XVI è stato eletto, il suo breve pontificato è stato segnato dall’emersione degli scandali pedofilia e IOR. La stanchezza è una motivazione che nessuno riesce a vedere e giudicare come esaustiva, ma solo concomitante.


Le dimissioni sono un gesto forte e soprattutto molto meditato, che potrebbe mettere in evidenza l’impotenza di un uomo di fede, quale è Ratzinger, di fronte al crudo realismo politico vaticano. Già dai tempi della sua elezione, uscito dal Conclave, Benedetto XVI aveva fatto sapere di essere intenzionato a fare pulizia nella Chiesa, una pulizia, che, in fin dei conti è caduta nell’ombra dei palazzi arroccati fra le mura Leonine. Si possono fare molte ipotesi sul perché un uomo come Benedetto XVI, dalla fede di ferro, abbia preso la decisione di gettare la spugna. Probabilmente molti lo rimpiangeranno, ma, molti altri, soprattutto quelli legati ad un certo orientamento all’interno della Curia, staranno già discutendo sul da farsi e forse non sono rimasti così negativamente colpiti dagli eventi. Le sue dimissioni, però, potrebbero anche essere interpretate come un estremo gesto in cui il Santo Padre ha voluto esercitare tutto e appieno il potere petrino. La rinuncia, come la morte infatti, implica che tutte le cariche vicine al Papa decadano, tranne, ovviamente, le dovute eccezioni. Probabilmente Benedetto XVI ha voluto, con il suo gesto, mescolare le carte. Il fatto però che il futuro Papa Emerito, titolo che ricoprirà dopo la sua rinuncia, alloggerà presso il monastero di clausura Mater Ecclesiae, costruito per difendere nell’880 dopo Cristo il Vaticano dai Saraceni, potrebbe dirla lunga a livello simbolico. Forse il Papato e la cristianità hanno bisogno di un uomo più forte ed energico per affrontare una sfida che viene da lontano?