Metro Roma, fili recisi. Si pensa a sabotaggio

in Cronaca/MAIN

Redazione Cronaca

Il servizio della linea B è stato riattivato intorno alle 13.10- Era stato interrotto tra Castro Pretorio e Laurentina a causa di un nuovo guasto tecnico ed erano stato istitituito un servizio di bus navetta. L’interruzione è stata provocata da un atto vandalico messo a segno alla fermata Termini della linea B. Lo comunica l’Agenzia per la Mobilità.


Ignoti hanno prima azionato e poi divelto l’interruttore di emergenza che si trova lungo la banchina, provocando l’azionamento dei dispositivi di sicurezza generali che, per precauzione, hanno interrotto l’erogazione dell’energia elettrica sull’intera linea bloccando i treni nelle stazioni, come nel caso di un convoglio diretto a Laurentina rimasto fermo tra le stazioni di Tiburtina e Bologna per qualche minuto.

L’azionamento del sistema di emergenza ha provocato, quindi, interruzioni a catena, ritardi elevati e blocchi lungo l’intera metro B/B1 a partire dalle 8.30 e sino alla conclusione dell’intervento dei tecnici, i quali sono stati costretti a sostituire integralmente l’apparato.

Su alcuni media si parla di fili recisi e già si parla di ipotesi sabotaggio delle linee Metro, che sono state manomesse in punti precisi della città. Indaga la Procura su denuncia dell’Atac.