Cuba, ok a visti di uscita per i cubani

in Esteri

A cura della Redazione Esteri

I cittadini cubani non avranno più la necessità di dover chiedere un permesso per espatriare. Dopo circa cinquant’anni, Cuba cambia rotta ed il governo dell’Avana ha varato una legge che permetterà la fuoriuscita dal Paese già dal 14 gennaio 2013.

Si tratta di una vera e propria svolta epocale, che inizia a segnare la fine di una mentalità, ovvero di un sistema chiuso di emigrazione, che lascerà i cubani più liberi di muoversi.

Fino ad oggi, per uscire dall’isola,  era necessario un vero e proprio permesso speciale rilasciato dalle autorità. Era molto difficile ottenerlo e, solitamente, veniva negato anche senza dare motivazioni.

Il permesso era negato, generalmente, a quei cittadini che non potevano pagare i 150 dollari del visto di uscita. Le difficoltà non mancavano neanche dopo l’ottenimento del visto, infatti, i cubani, una volta fuori dal Paese, dovevano rientrare a Cuba entro 11 mesi, pena la confisca dei beni posseduti. Con la nuova legge il termine è stato esteso a due anni.

Ultime da Esteri

Vai a Inizio pagina