“Se lo abbandoni sei un assassino”

in Le Brevi

Ogni anno si ripete la mattanza. Silenziosa ma efficace come un killer. Cuccioli abbandonati per la strada, durante le vacanze. Destinati ad una morte orrenda, tra atroci sofferenze. Non bastano le campagne di sensibilizzazione, la possibilità di portarli spesso in vacanza con noi o la presenza di spiagge adibite ad accoglierli come si deve.

Nulla ferma la mano dei “professionisti dell’abbandono”, che uccidono ogni anno migliaia di cani e gatti, non contando altri animali di varie specie che spesso rientrano in questa macabra casistica. Anche quest’anno i casi iniziano a contarsi a centinaia, nascosti da una cronaca che troppo spesso predilige altri argomenti, più “estivi” o meno angoscianti.

Molte le campagne che tentano di fermare l’abbandono dei cani e dei gatti. “Se lo abbandoni lo uccidi” e così via. Tutto molto bello e molto toccante, ma mai abbastanza efficace ed inciviso. Noi non sponsorizziamo alcuna campagna ma informiamo e ci permettiamo di andare oltre: non sarebbe il caso di cominciare a chiamare le cose con il loro nome? Chi abbandona un cane o un altro animale è un ASSASSINO!

Se vedi qualcuno allontanarsi con un cane al guinzaglio o con una cesta in mano, mentre l’auto è parcheggiata sul ciglio della strada e lo vedi tornare da solo, chiama:

  • il 113
  • il 112
  • il numero verde 800253608
  • il 1515