Falsificavano documenti per permessi di soggiorno, arrestati

in Cronaca

13/02/2012

A cura della Redazione on line

Si erano specializzati nella falsificazione dei documenti per far ottenere una regolarizzazione. Tutto questo in cambio di denaro. Preparavano falsi certificati che potevano costare anche fino a 2000 euro.

Tutto questo è successo a Pisa in cui la polizi già stava indagando su tre italiani e due senegalesi. Li hanno incastrati ed arrestati, infatti, oggi l’accusa è di associazione a delinquere finalizzata alla truffa, estorsione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Certamente non si tratta di reati leggeri a cui dovranno rispondere gli arrestati, tra cui spicca anche un commercialista.

I falsi documenti erano prodotti per la regolarizzazione di collaboratrici domestiche. I coinvolti in questa faccenda, secondo le autorità di polizia, si vantavano di avere “conoscenze” tra i pubblici uffici che potessero essere in grado di favorire tutte le procedure necessarie per il permesso di soggiorno.