Mafia, sequestrati beni per 2 mln euro

in Cronaca

12/01/2012

Sono stati sequestrati una serie di beni, appartenenti ad Antonio Stefano, genero del bosso della mafia calabrese, Vincenzo Macrì, per un valore totale di 2 mln di euro.

Si tratta di un’azienda agricola, con un allevamento di cavalli e di pastori tedeschi. Tra i beni vi sono anche un’automobile ed una villa.

Il boss è morto in carcere nel giugno 2010, stava scontando una pena detentiva a 27 anni di reclusione.

Vincenzo Macrì, nipote di Antonio Macrì, aveva ereditato la direzione della cosca direttamente dalla storico personaggio della ‘ndrangheta.